ARCOBALENO

Con l’impercettibile subitaneità di un angelo, era comparso l’arcobaleno: languidamente stupito di se stesso, di un verde soffuso di rosa, con un pallido alone violaceo lungo il margine interno, stava sospeso al di là di un campo falciato, sopra e davanti il boschetto lontano di cui velava una piccola, tremante porzione.

Ph: Denise Mcdonagh


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

FUORIL'EGO

FUORIL'EGO