Tra garofani e chiacchiere...

I garofani hanno i bordi arricciati, come se qualcosa – forse l’invisibile? – li avesse fatti vibrare. (Fabrizio Caramagna)

Nelle settimane che precedono San Valentino, noi ragazze single, viviamo una strana agitazione.

Da una parte una specie di senso di sollievo.

Un sospiro!

Dall'altra una strana dolce malinconia.

Un altro tipo di sospiro...


Cosa fa una ragazza single che non si perde d'animo per scacciar via la dolce malinconia e per tirare qualche allegro sospiro di sollievo in più, in attesa che la follia di San Valentino tocchi tutte tranne lei?

Telefona a quell'amica speciale. Proprio a lei.

Programma, intanto, di andare a comprare dolcetti e fiori screziati e colorati di rosa, lava tazze e teiere.


Antefatto.

Un mesetto fa, una mia carissima amica mi scrive un adorabile messaggio.

Una grande emozione per me leggere: "mi piacerebbe moltissimo svegliarmi - almeno una volta nella vita - e trovare una delle tue incredibili colazioni a sorpresa, Marianna mia, non sai cosa pagherei..."

Viviamo con la stessa passione per l’arte, per i viaggi, le cose belle, i piaceri veri dell'esistenza...

Veniamo entrambe da famiglie solide; famiglie fondate su valori importanti ormai persi e condividiamo un immenso e incondizionato Amore per i nostri adorati papà.

L’ho invitata a Roma questo weekend. Ha accettato!

Siamo finalmente riuscite ad incastrare le nostre caotiche vite e - come ci eravamo a lungo prefissate - siamo ritornate adolescenti e spensierate per un po'.


Stamattina alle 7:00 mi sono alzata, senza fare alcun rumore, per non svegliarla e - come mi ero messa in testa - ho deciso di far avverare quel suo desiderio di una colazione a sorpresa: le ho apparecchiato una delle mie tavole...

Lei adora i colori come me, adora i fiori...


Ho lavorato, quindi, a questo mix-and-match di rosa e celeste, un abbinamento di colori a cui, a dire il vero, non avevo mai pensato sino a questa mattina, ma che - ero certa - l'avrebbe stupita davvero, come ha meravigliato me, mentre prendeva vita l'accostamento.


Immaginavo, sistemando ogni cosa al posto giusto, le nostre chiacchiere fitte-fitte: il lavoro, le colleghe un po' invidiose della nostra vita da donne single (ma che ne sanno poi?), i loro discorsi su mariti, amanti, palestra e figli...

Ed i nostri discorsi, invece?

Il prossimo viaggio, quella mostra assolutamente da vedere, un giro in centro, una gita in macchina fuori porta come Thelma e Louise, la nuova collezione di Dior e l'ultima serie di Netflix, ahhhh e, naturalmente, l'amore...

Si, l'amore: "ti ho raccontato di quel tipo? L'ennesima delusione..." e via a ridere di gusto.


Penso che anche questa sia una forma d’amore, mentre provo a far stare dritti ed allineati i garofani ai lati del table-set, avvicino ancora un po' il tavolo alla finestra e rapida-rapida, scatto pure le mie immancabili foto (c'è una luce perfetta!) per la nostra rubrica settimanale.


Prendersi cura di qualcuno, preoccuparsi che stia bene, regalare e regalarsi un sorriso ed un momento di benessere: si anche questa è una forma d'Amore!


Alle 9:00 lei si è svegliata, mi ha raggiunta in soggiorno.

Avreste dovuto vedere la sua faccia meravigliata, ha pure cercato di dire qualche parola assonnata di apprezzamento che non ho capito.

Ma che era davvero molto felice e stupita, si capiva bene.


Ci siamo sedute a tavola tra dolci, garofani, colori e chiacchiere, sono le 11:00 e siamo ancora qui spensierate e ritrovate...

Abbiamo deciso che l'Amore quando arriva arriva.


Noi lo aspettiamo, con il nostro miglior sorriso e la nostra più bella mise-en-place.



Torte decorative: Enzo De Gasperi

Tazze: PIP Studio

Tovaglia: Ikea

Teiera e ciotole: Hoff Interieur


Photo Credits:

https://www.instagram.com/iosonoluragano/


32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti