Lo smalto

Aggiornamento: 21 dic 2020

Lo smalto fu inventato cinquemila anni fa in Cina dai Ming.


I membri della famiglia reale si dipingevano le unghie con i colori simbolo della dinastia reggente (oro e argento per i Chou, rosso e nero per i Ming e così via).

Anche gli egizi si dipingevano le unghie con l'henné come simbolo di distinzione sociale. Nefertiti ce l'aveva rosso rubino, mentre Cleopatra preferiva una tonalità ruggine (ah, queste regine modaiole!), ma alle donne di rango inferiore erano permessi solo colori tenui.


Naturalmente oggi lo smalto ha perso le antiche funzioni.


Lo smalto è diventato un vero e proprio accessorio.


Lo indossano tutti, anche gli uomini sono diventati fanatici dello smalto.


L'evoluzione dello smalto ha sorpassato di lunga quella dell'uomo!


Mille colori, disegni, adesivi, sfumature, perle, perline e paillettes.


Ogni volta che andiamo dall'estetista, impieghiamo un'ora solo per scegliere quale indossare e l'argomento principale (dopo i vari pettegolezzi) è se quello che è in voga al momento ci piace oppure no!


E' tutta una questione di buon gusto e di equilibrio, dunque scegliete il colore con saggezza, poiché la gente lo noterà.


E' sicuro.


Il Rouge Noir di Chanel è un must have, ma la stesura di OPI è imbattibile!


Il mio, ovviamente, è Fuoriluogo.




#curiomoda #losapeviche #smalto #curiosità

59 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SCELTE DI MODA

iPuntiPuà